\\ Home Page : Articolo : Stampa
FLAMANVILLE: LA MORTE DI "QUARTA GENERAZIONE".
Di nonukes (del 04/07/2011 @ 13:21:14, in dBlog, linkato 1930 volte)

FLAMANVILLE: LA MORTE DI "QUARTA GENERAZIONE".

Nello scorso Febbraio un’inchiesta di France Soire svelava i retroscena sullo sfruttamento dei lavoratori, di inefficienza e di cupidigia dietro i lavori della nuova centrale in Normandia in cui vi è direttamente coinvolta anche ENEL. EPR, lo stesso modello che l’attuale governo e la solita coltre di interessi criminali che spingono per il nucleare volevano importare anche in Italia prima del Referendum.

Sono cominciate a trapelare le notizie delle prime vittime (quando sono trapelate...). Infortuni nascosti e celati dalla tipica riservatezza mafiosa del "Fare Azienda"...

Era quindi già risaputo che un terzo dei 3.200 operai impiegati presso il cantiere della nuova centrale nucleare di Flamanville, nella Bassa Normandia, era composto da persone immigrate, soprattutto da Romania e Bulgaria. Tenuti da tempo in una situazione di semi-schiavitù, gli operai avevano iniziato a lamentare condizioni ed orari di lavoro inaccettabili persino per chi è abituato ai turni ed ai ritmi più duri.

Emergevano quindi casi di morti e ferimenti sul lavoro, spesso occultati dalle logiche di mercato di "chi fa impresa".

Oggi finalmente interviene la magistratura... e sul percorso già "travagliato" dell'EPR e di quel nucleare di "quarta generazione" (che piace tanto anche ai nostri Bersani... ma mai sotto elezioni...) noto come la piu' colabrodesca delle tecnologie, dalla Finlandia alla Francia, potrebbe cadere un macigno irreversibile.

L’11 giugno scorso si è sfracellato al suolo un tecnico al lavoro a Flamanville, dopo un "salto" di una decina di metri, nel cantiere dell’Epr

Qualche giorno dopo, invece, un altro lavoratore di Areva, è morto di notte all'uscita dal turno mentre tornava a casa. Aveva 29 anni.

Il 24 gennaio scorso era stata la volta di un lavoratore interinale, impiegato momentaneamente dalla Norméntal, aveva 37 anni, padre di tre figli. Era uno dei cosiddetti «nomadi» del nucleare francese, personale occupato con contratti a breve o brevissimo termine per i cosiddetti lavori «sporchi» da effettuare per il mantenimento delle centrali o per la loro costruzione. Ma andando indietro nel tempo... altri morti, fra cui interinali... mentre i feriti non si contano.

Il Nucleare di "Quarta Generazione" che uccide ancor prima di entrare in funzione....

Arriva così oggi l'inchiesta della Magistratura francese con una udienza preliminare per il lavoro clandestino per il particolare gruppo Bouygues. [Fonte France3]

Una udienza preliminare per il lavoro clandestino per gruppo Bouygues.

Il procuratore di Cherbourg, Eric Bouillard, inizia quindi ad occuparsi della questione, riprendendo i sospetti sul lavoro clandestino della ASN e Urssaf.

Già Lunedi 27 giugno l'ASN aveva comunicato di aver scoperto che vi sono state irregolarità nel lavoro dei dipendenti della Bouygues Atlanco che aveva quindi violato il suo contratto con l'agenzia di lavoro interinale con sede a Cipro. Questi si fanno le sedi a Cipro... per svicolare ogni normativa... Sul suo sito web, Atlanco si vende come uazienda esperta in "soluzioni per il lavoro a progetti di rilevanza europea" grazie al "reclutamento di nuove funzionalità in paesi come Bulgaria, Repubblica Ceca, Cipro, Polonia, Romania e Slovacchia ".

Questa è la quarta indagine preliminare condotta dai pubblici ministeri da Cherbourg sul sito del EPR.

La prima è stato aperta per omicidio colposo in seguito alla morte di un interinale di 37 anni impiegato da Normetal (metallurgia) dopo una caduta mortale in cantiere il 24 gennaio.

La seconda è iniziata dopo la morte di un dirigente di 32 anni, dipendente di Endel (manutenzione).

La terza inchiesta è stata aperta a fine Giugno dall'ASN dopo la scoperta di un infortunio occultato.

Venerdì 1 luglio, dopo le rivelazioni della NSA, tre eurodeputati di area democratica socialista, un tedesco, Jutta Steinruck, e due francesi Pervenche Berès Grelier e Estelle, si sono precipitati a Flamanville.

"Il governo francese non ha nemmeno la cura di verificare se Atlanco aveva pagato le tasse dovute. Glielo abbiamo chiesto questa mattina e ci hanno detto che questo sarebbe stato esaminato nel pomeriggio"... ha rivelato la signora Grelier ai giornalisti dopo l'ispezione.

Ora l'indagine è affidata all'Ufficio Centrale per la lotta al lavoro illegale.

My Great Web page